Archive for ottobre 2009

Volevo fare il musicista - Documentario


"la guerra dei poveri" - volevo fare il musicista 2008 from ila on Vimeo.

Si tratta di un documentario sul mondo della musica e sulle opportunità e gli aiuti che un musicista in Italia ha/non ha.

Posted in | Leave a comment

Uno sguardo sulla riforma Universitaria



Cari tutti,
vi metto a conoscenza di una analisi del ddl sulla riforma Universitaria gentilmente fatta da un ricercatore dell'Università di Torino.

Alessio Meyer

Carissime/i,
sperando di farvi cosa gradita vi invio un riassunto dei punti salienti (secondo me!) del ddl di riforma Gelmini, che potete inoltrare a chi volete.
E' un po' lungo, ma tenete conto che ci terremo questa legge (se non riusciamo a modificarla) per decinaia e decinaia di anni a venire.. quindi il tempo investito e' sicuramente ben speso!
Inoltre, se avrete domande e richieste di chiarimenti saro' lieto di cercare di illuminarvi in merito.

Il testo lo trovate al link:
http://www.unife.it/comunicazione/news/notizie/ddl-28-ottobre-ore-82.pdf

Per chiarire subito la situazione e' utile partire dal fondo: infatti, l'ultimo comma recita: "Dall'attuazione delle disposizioni della presente legge non devono derivare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.". Quindi, tutto cio' che di nuovo e' contenuto in questa legge verra' finanziato a discapito dell'esistente....

Posted in , | Leave a comment

Annebbiati



Gli annebbiati siamo noi. Berlusconi ha ricevuto informazioni sul filmato Marrazzo dal direttore di "Chi", uno dei tanti pezzi di editoria direttamente e indirettamente nelle sua mani. Ci si chiede se Berlusconi sia stato gentile a telefonare a Marrazzo, non sia stato onesto perchè forse sapeva del ricatto e avrebbe dovuto denuciare o che altro. Ma.. BERLUSCONI HA AVUTO INFORMAZIONI DI TIPO SCANDALISTICO SU UN SUO DIRETTO O INDIRETTO AVVERSARIO POLITICO DAL DIRETTORE DI UNO DEI SUOI GIORNALI. no comment.

Alessio Meyer

Posted in , | Leave a comment

Il simbolo del precariato scuola: la provocazione di Euristeo Ceraolo


I tagli alla scuola e le riduzioni di personale hanno messo in crisi molti lavoratori Italiani, che si sono ritrovati all'improvviso senza un lavoto.
E' questo il caso di Euristeo Ceraolo, nelle graduatorie del personale Ata, rischia di essere licenziato per la riduzione degli assistenti di laboratorio. Per sensibilizzare l'opinione pubblica Ceraolo ha indossato una maglietta con la scritta "Euristeo precario... sposerò la Carfagna"
L'operazione di sensibilizzazione non è riuscita ad avere l'interesse dei media tradizionali, giornali e tv hanno snobbato Ceraolo, che ha visto però l'attenzione da parte del web, attenzione che gli dedichiamo anche noi sul blog, pubblicando la sua foto e questo articolo che è stato mandato al nostro indirizzo e-mail (paroladibonobo@gmail.com), al quale chiunque può scrivere per consigliarci articoli, proporre nuovi progetti, criticare ecc...
Nurisso

Posted in , | 4 Comments

Pensieri in musica volume 4



Semplicemente Bob Marley per la puntata di oggi. Non servono parole per descriverlo, ma solo un grande cuore per accogliere le sue parole.

Nurisso

Traduzione in Italiano

Vecchi pirati, si, hanno fregato me
Venduto me alle navi di mercanti
Qualche minuto dopo aver tolto me
Dall'inferno senza fondo
Ma la mia mano venne fortificata
Dalla mano dell'onnipotente
Progrediamo trionfalmente in questa generazione
Ho sempre avuto solo canti di libertà
Perché non ci aiuti a cantare questi canti di libertà
Ché ho sempre avuto solo canti di
redenzione, canti di redenzione

Posted in , | Leave a comment

Primarie Pd, i risultati


Lo ha segnalato Gilioli sul suo blog: il risultato sarebbe stato ben diverso se avessero votato solamente i giovani, per intenderci gli under 24.
Il grafico pubblicato qua parla chiaro, avrebbe vinto Francescini e anche Marino avrebbe ricevuto sicuramente più voti. C'è da dire però che Franceschini non sarebbe arrivato al 50% e avrebbe dovuto vincere anche il ballottaggio.

Posted in , | Leave a comment

Navi dei veleni .. continue


Sabato 24 ad Amantea in Calabria c’è stata una manifestazione della cittadinanza per alzare la voce sulle navi dei veleni, una realtà ormai chiara ma che in ogni modo viene sottaciuta. Com’è possibile che un tale disastro ambientale, un crimine così grave per di più con chiare indicazioni di connivenza con il mondo politico non meriti costantemente la prima pagina di tutti i giornali?
I punti critici sollevati dai manifestanti fanno venire brividi, e vi voglio allegare qui sotto il documento con cui è stata convocata la manifestazione. Sono chiaramente riportata anche le richieste che queste persone fanno al mondo politico: arriverà una risposta?

Alessio Meyer

Nessuno ci deve più imbrogliare!
BASTA VELENI
DA AMANTEA UNA SOLE VOCE:
“Riprendiamoci la Vita, Vogliamo una Calabria Pulita!”

Nella valle del fiume Oliva è stata accertata la presenza di un fortissimo tasso di radioattività; lo confermano i rilievi effettuati dall’Arpacal per conto della Procura di Paola, dai tecnici del Ministero dell’ambiente e dai Carabinieri del NOE.

Posted in , , | Leave a comment

Sic Trans Gloria Marrazzo - Travaglio





Eccoci con il nostro consueto appuntamento con il Passaparola di Travaglio.
Buona visione e buon ascolto, ricordate di dire la vostra, per noi è molto importante!

Posted in , | Leave a comment

Si apre il processo Karadzic


Comincia il 26 ottobre il processo a Radovan Karadzic, il leader serbo-bosniaco imputato di crimini di guerra e genocidio commessi durante una delle ultime guerre dei balcani, quella conclusasi nel 1995.
Karadzic era stato arrestato il 22 luglio 2008, dopo 13 anni di ricerche, a Belgrado, dove si era reso irriconoscibile semplicemente grazie a barba e capelli incolti (forse). Al tempo in cui la Bosnia stava per dichiarare la sua indipendenza dall'ex-Jugoslavia, Karadzic era il leader politico dei serbo-bosniaci ed aveva minacciato dure rappresaglie nel caso la dichiarazione di indipendenza fosse diventata un fatto. Questo è successo e da allora l'esercito serbo insieme a gruppi paramilitari ha scatenato una dura guerra per ri-annettere la Bosnia. Due degli eventi emblematici di quella guerra furono l'assedio di Sarajevo e la strage di Srebrenica, tra le pagine più scure del decennio passato, in cui Karadzic ha avuto un ruolo di primo piano.
Ora Karadzic verrà processato dalla corte penale internazionale dell'Aja dove era sotto processo l'ora defunto Milosevic. Già alcune condanne sono arrivate in questi ultimi anni, a colpire i responsabili delle diverse parti in causa dato che non solo i serbi, ma anche croati e bosniaci di altra etnia hanno compiuto gravi atrocità.
Ora mancano all'appello ancora alcuni super ricercati, tra i quali Radko Mladic (nella foto con Karadzic) capo diretto delle forze armate serbe e responsabile diretto della strage di Srebrenica, dove a sangue freddo 7000 uomini e bambini maschi sono stati uccisi dopo la presa della città.

Alessio Meyer

Posted in , | Leave a comment

Esigenze di cast

Buonasera a tutti, mi scuso per la mancanza di articoli di mio pugno per questa giornata, ma è stata impegnativa.
Per non lasciare il blog completamente in balia di se stesso pubblico comunque un articolo molto interessante, di modo da condividerlo con voi. Si tratta di un articolo di Gramellini riguardo delle candidature fatte solamente per, come fa intendere il titolo, esigenze di cast.
Ricordo a tutti che è possibile votare il nostro sondaggio per farci sapere chi è il candidato che votereste alle primarie del Pd in questo post.


Se domenica sarò eletto segretario del Pd, dice Dario Franceschini, nominerò mio vice il giornalista nero Jean-Léonard Touadi. Passano alcune ore. Se domenica sarò eletto segretario del Pd, ridice Dario Franceschini, nominerò miei vice il giornalista nero Jean-Léonard Touadi e una donna. Lo Statuto del partito gli impedisce di andare oltre la coppia, altrimenti immaginiamo che alle prime luci dell’alba avrebbe incoronato vicesegretari anche un gay, un indiano Cheyenne, uno stambecco del Gran Paradiso. E’ il veltronismo senza Veltroni, la malattia terminale del Partito Democratico. Quell’idea di poter fare politica con le figurine invece che con le persone.

Posted in | 4 Comments

Il prezzo della lotta alla clandestinità


Rischiare la vita per un'appendicite si può? Si, in Italia. Il boliviano Carlos, da sette mesi è sotto i ferri, con lunghi periodi di coma e di coscienza.
Patiamo dall'inizio: mentre per i reati finanziari, la corruzione e l'evasione delle tasse l'attuale governo invita implicitamente ed esplicitamente all'illegalità, il governo stesso ha deciso di utilizzare la linea del pugno duro con la clandestinità. Tra le norme che permetterebbero di combattere il fenomeno della clandestinità, ce n'è una particolarmente spietata e pericolosa per tutti. Nel caso un clandestino si presenti o venga ricoverato in ospedale, i medici sono obbligati a denunciare la clandestinità del paziente alle forze dell'ordine. Le conseguenze sono più d'una. I clandestini, per paura di essere denunciati, non si presentano in ospedale e questo comporta indubbiamente un peggioramento delle condizioni di salute, fino, magari, a mettere a repentaglio la vita stessa di queste persone. L'aggravarsi delle condizioni di salute dei clandestini potrebbero avere ripercussioni enormi non solo sulle persone inizialmente malate. Immaginiamo per esempio che non vengano curati dei casi di tubercolosi o colera: il rischio epidemia è enorme. Per ultimo, visto che è un argomento che conta poco di questi tempi, c'è la questione etica: mettere delle persone in condizione di non farsi curare è un atto disumano.

Posted in , | Leave a comment

Il pensiero debole - Luciana Littizzetto


di Luciana Littizzetto

Bon. La D’Addario è già passata di moda. Sparita dal video. In compenso torno io. Non è la stessissima cosa ma tant'è. Diciamo che io e lei abbiamo specializzazioni diverse. A me devono pagarmi per farmi chiudere la bocca. L'altro giorno un signore già un po' avanti negli anni mi ha fermato per strada e mi ha chiesto: «Ma lei che sa, che differenza c'è tra escort e prostituta? ». Guardi, gli ho risposto, forse è come per i medicinali generici e quelli di marca: il principio attivo è sempre lo stesso, ma escort è quella di marca, se invece prendi il generico allora si chiama prostituta e costa meno. E l'effetto è uguale. «Che lei sappia la passa la mutua? ».

Posted in , | 2 Comments

Manifestazione del 23 ottobre: i manifesti

Questo è il volantino del sito Cobas e riguarda la manifestazione che si terrà a Roma

Posted in | Leave a comment

Nuovi iMac e MacBook


Innanzitutto mi scuso per gli articoli pubblicati un po' a singhiozzo in questi giorni, ognuno di noi scrive quando ha un momento libero e non sempre è possibile riuscire a scrivere uno stesso numero di articoli con continuità.

Oggi mi voglio occupare dell'uscita dei nuovi modelli di computer della Apple: sono stati infatti rilasciati i nuovi modelli di iMac, il computer fisso all-in-one della Apple.
Le novità sono uno schermo più grande (21,5'' o addirittura 27''), in formato 16:9 e notevoli miglioramenti delle capacità. Inoltre è stato rinnovato il mouse: ora è multi-touch e permette di scorrere le pagine web, di passare rapidamente da una finestra all'altra, ingrandire, ridurre o ruotare immagini...
Dal punto di vista del design Apple è sempre stata considerata al top ed in passato ha fatto pesare questa supremazia con prezzi alti; il nuovo iMac costa 1099 € (21,5'') o 1499 € (27''), prezzi praticamente invariati rispetto ai vecchi iMac e abbordabili.
Apple ha un occhio di riguardo anche verso l'ambiente: i nuovi computer sono infatti realizzati con materiali altamente riciclabili e praticamente privi di tossine.

Apple ha anche rivoluzionato il MacBook: design unico e ridefinito, prezzo di 899 €, è più leggero e sensibilmente più duratura la batteria: garantisce 7 ore di autonomia.
Inoltre è retroilluminato da led e monta il trackpad multi-touch già presente nei MacBook Pro, dal funzionamento simile al mouse descritto per il nuovo iMac.

Nurisso

Posted in , | Leave a comment

Chi voterai alle primarie del Pd?

Articolo aggiornato dopo la pubblicazione
Chi voterete alle Primarie del Pd
Bersani
Franceschini
Marino
Votero' nullo
Non votero'





  
pollcode.com free polls

Ecco un sondaggio per vedere di persona come potrebbero andare le primarie del Pd del 25 ottobre.
Non avete idea di che cosa dicano i vari candidati e di conseguenza di chi votare?? Niente paura, vi segnalo questo utile articolo dal blog Voglio Resistere:

Posted in , , , , , , | Leave a comment

Pensieri in musica volume 3



Siamo ormai arrivati alla terza puntata di Pensieri in musica, rubrica settimanale che propone a che visita il blog canzoni impegnate, significative, di protesta o semplicemente belle.
La canzone di oggi s'intitola "Nell'acqua" ed è una canzone dei Rezophonic e interpretata da Caparezza.
Si tratta di una canzone che vuole far riflettere sugli sprechi e sullo sfruttamento dell'acqua, ormai chiamato oro blu, trattiamolo veramente come se fosse prezioso.
L'appuntamento è per mercoledì prossimo, sempre alle 15.00.

Nurisso

Posted in , , | Leave a comment

Sanità USA 2: lobbying


Nella guerra senza quartiere sulla sanità USA è fondamentale il ruolo delle lobbies. Dal momento che miliardi di dollari sono in ballo, sia per quanto riguarda le casse dello stato, ma sopratutto visti gli introiti delle assicurazioni sanitarie, è dura fare una riforma senza scontrarsi con chi non ci vuole perdere. La riforma che vorrebbe Obama costringerebbe le assicurazioni private ad avere una nuova concorrenza: una sanità pubblica, garantita per tutti. Per evitare che questo accada si investono milioni di dollari in campagne pubblicitare, studi fatti su commissione e molto altro ancora, per convincere i deputati che la sanità privata non va ostacolata. Convincerli a votare contro una riforma che preveda una copertura sanitaria per tutti. Lobbying appunto. Ma .. qualcosa potrebbe succedere. Leggete questo post che ho trovato su un altro blog.

Alessio Meyer

Dal blog ".fbassociati"

Nelle prossime settimane il Congresso e la Casa Bianca inizieranno a percorrere il labirinto politico della riforma sanitaria.

Dai tempi di Truman, ogni Presidente di fede democratica ha tentato di disegnare un nuovo assetto sanitario per il paese, e sono passati 16 anni dal fallimento della proposta di riforma Clinton, uno delle primi passi politici dell’attuale Segretario di Stato.

Pur consapevole delle difficoltà, l’ambizioso Obama si è dato come scadenza la fine dell’anno per approvare una legge di riforma della sanità che permetta ad ogni cittadino americano di avere un’assistenza sanitaria gratuita.

Le ragioni non sono unicamente di tipo morale, bensì rientrano in un piu’ ampio piano di risanamento e rilancio dell’economia americana volto a diminuire le enormi spese dei dottori e degli ospedali statunitensi.

I gruppi di interesse chiamati in causa sono già da tempo in azione.

Non è un caso, dunque, scoprire che il comparto sanitario è quello che sta spendendo maggiormente in azioni di lobbying (ben 126 milioni di dollari dall’inizio dell’anno – dati opensecrets.org), superando anche il settore finanziario e bancario (111 milioni), da mesi in costante necessita’ di denaro pubblico per rimpinguare le casse rimaste vuote.

Le ricche compagnie farmaceutiche, oltre che quelle assicurative, questa volta dovranno difendersi anche dalla nascente Health Care for America Now, una coalizione di 1000 organizzazioni non profit con 30 milioni di iscritti, finalizzata alla promozione di una riforma della sanità accessibile a tutti i cittadini.

ll progetto, esempio magistrale di grassroots campaign, vede coinvolto in prima fila Howard Dean, ex Chairman Democratico, divenuto celebre per la prima grande raccolta di fondi online per le presidenziali 2004, e prevede di spendere ben 82 milioni di dollari in attività di advocacy e lobbying.

La partita, dunque, è tutta da giocare e K Street, ancora una volta, avrà un ruolo da protagonista.

Posted in , , | Leave a comment

Emergenza umanitaria all'aquila

OTTOBRE 2009: ALL’AQUILA E’ EMERGENZA UMANITARIA
da Miss Kappa


Facciamo appello a tutti coloro che in Italia hanno dimostrato sensibilità a quanto qui è successo e continua ad accadere.
A chi ha mantenuto alta l’attenzione sul dramma che ha colpito il nostro territorio e sulla gestione del post sisma.
Oggi, il 18 di ottobre, all’Aquila fa freddo. Siamo nella fase più drammatica, la notte già si sfiorano i -5°C ed andiamo incontro all’inverno, un inverno che sappiamo essere spietato.
Le soluzioni abitative, promesse per l’inizio dell’autunno, non ci sono. Circa 6000 persone sono ancora nelle tende.Meno di 2000 persone sono finora entrate negli alloggi del piano C.A.S.E o nei M.A.P.La maggior parte degli Aquilani sono sfollati altrove in attesa da mesi di rientrare.
Ora, con lo smantellamento delle tendopoli altre migliaia di persone sono state allontanate dalla città e mandate spesso in posti lontani e difficilmente raggiungibili.Noi, definiti “irriducibili”, siamo in realtà persone che (come tutti gli altri) lavorano in città, i nostri figli frequentano le scuole all’Aquila, molti non sono muniti di un mezzo di trasporto, altri possiedono terreni od animali a cui provvedere. Siamo persone che qui vogliono restare anche per partecipare alla ricostruzione della nostra città.Da oltre sei mesi viviamo in tenda, sopportando grandi sacrifici, ma con questo freddo rischiamo di non poter più sopravvivere.Se non accettiamo le destinazioni a cui siamo stati condannati (che sempre più spesso sono lontanissime) minacciano di toglierci acqua, luce, servizi.Oggi, più di ieri, abbiamo bisogno della vostra solidarietà.Gli enti locali e la Protezione Civile ci hanno abbandonati. Secondo le ultime notizie che ci giungono i moduli abitativi removibili che stiamo richiedendo a gran voce da maggio, forse (ma forse) arriveranno tra 45 giorni.Oggi invece abbiamo bisogno di roulotte, camper o container abitabili e stufe per poter assicurare una minima sopravvivenza. Visto che le nostre richieste alla Protezione Civile e al Comune non sono prese in minima considerazione chiediamo a tutti i cittadini italiani un ulteriore sforzo di solidarietà.E abbiamo anche bisogno di non sentirci soli.Per questo vi chiediamo di organizzare dei presidi nelle piazze delle città italiane per SABATO 24 OTTOBRE portando nel cuore delle vostre città delle tende per esprimere concretamente solidarietà a noi 6000 persone che viviamo ancora nelle tende ad oltre sei mesi dal sisma.Un altra emergenza è cominciata oggi. Non dettata da catastrofi naturali ma dalla stessa gestione del post sisma, da chi questa gestione l’ha portata avanti sulla testa e sulla pelle delle popolazioni colpite.
Alcuni abitanti delle tendopoli sotto zero.

Per donazioni e contatti:
emergenzaottobre2009@gmail.com
339.19 32 618 - 347. 03 43 505

per ulteriori informazioni aggiungo il mio numero
348. 30 55 965

Posted in , , | Leave a comment

Su Adelebox primo contest con in palio un template personalizzato

Contest Blografando-1° edizione
Contest by Blografando & Adelebox

Su Adelebox è partito in questi giorni un nuovo interessante contest: chiunque può partecipare, parlare del contest e vincere un template per il suo blog o per il suo sito.
Bene, ma di template se ne trovano gratis a palate direte voi, perché partecipare?? Perché il template vinto sarà solo vostro e fatto su misura, così da avere un blog stupendo targato Blografando.
Quindi drizzate le orecchie: blogger della domenica, visitatori o addirittura esperti webmaster, l'occasione è ghiotta per tutti. Spargete la voce, scrivete e potrete vincere!
Noi di Parola di Bonobo ci proviamo, i nostri sforzi di migliorare il blog sono grandi, ma il nostro punto principale sono i contenuti, senza i quali il blog non avrebbe senso. Un template però fa gola a tutti ed eccoci qua a spargere la voce perché anche tu che stai leggendo abbia la possibilità di partecipare.

Nurisso

Posted in , | 1 Comment

Travaglio: Il randello catodico-mafioso



Eccoci qua con il nostro appuntamento settimanale con il passaparola di Marco Travaglio.
Buona visione

Posted in , , | Leave a comment

Morte sul lavoro a Sant'Antimo



Nuova morte di un operaio durante il suo orario di lavoro: un uomo di 35 anni ha perso la vita mentre lavorava in un cantiere edile a Sant'Antimo. Dalle ricostruzioni pare sia caduto su un ferro rimanento mortalmente ferito.
Il cantiere ora è stato chiuso e sono in corso accertamenti per verificare la regolarità del contratto dell'uomo.
Si tratta di un'ennesima morte sul lavoro, una cosiddetta morte bianca, ma si tratta di una sconfitta, una sconfitta dello stato che non riesce a garantire ai lavoratori, cittadini di prim'ordine (l'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro), di potere recarsi al lavoro senza la preoccupazione della propria incolumità.

Nurisso

Posted in , | Leave a comment

Ministri sott'acqua


Il 17 Ottobre si è tenuto il primo consiglio dei ministri sott'acqua. E' il governo delle Maldive che ha scelto questo gesto emblematico per lanciare un messaggio a tutte le nazioni del mondo: entro un secolo le Maldive rischiano di scomparire sott'acqua a causa dell'innalzamento del livello del mare, dovuto a sua volta dal riscaldamento globale. Il governo chiede esplicitamente a tutte le nazioni di impegnarsi a ridurre le emissioni di CO2 per placare o almeno rallentare l'effetto serra. E lo fa con pinne, muta e bombole dell'ossigeno a sei metri di profondità per cercare di far capire ancora più direttamente a cosa andiamo incontro.
Vi rimando anche al sito della Reuters: http://in.reuters.com/article/worldNews/idINIndia-43228020091017

Alessio Meyer

Posted in , , | Leave a comment

McDonalds fa causa per "plagio"


Articolo tratto dalla Stampa


La Coldiretti si schiera con «Mac Bün» contro MacDonald’s. O meglio, contro tutto ciò che rappresenta il colosso statunitense e a favore di tutto ciò che rappresenta l’hamburgher torinese «un ottimo esempio delle possibilità dell’impresa agricola di accorciare i passaggi all’interno della filiera e di offrire ai consumatori un prodotto sano, di qualità, agricolo al cento per cento italiano». La vicenda è nota. Da circa un mese in via Susa a Rivoli, è nata l’«agrihamburgeria» fondata dall’azienda agricola Scaglia che porta sul mercato soprattutto la carne dei vitelli di razza Piemontese che alleva a Bruere. Un’attività che doveva essere proposta con il marchio «Mac Bün», «Solo buono» in piemontese.

Un’idea simpatica che per ora è naufragata di fronte all’aut aut del colosso statunitense il quale, venuto a conoscenza della richiesta di riconoscimento del marchio, ha intimato a Graziano Scaglia, 39 anni, proprietario dell’«agrihamburgeria», di fermarsi. «Il prefisso Mac - è la tesi degli americani - sfrutta la notorietà mondiale legata al nome McDonald’s». I legali di Scaglia hanno già controreplicato che «Mac Bün» non copia nulla, utilizza una tipica espressione piemontese. Scaglia, prudente, ha preferito attendere e chi ha la ventura di andare a Rivoli e entrare nel locale di via Susa 22, troverà come marchio non «Mac Bün» ma una versione, diciamo, censurata: «M** Bün».

«C’è tempo per scriverlo per esteso - spiega Scaglia - prima vediamo come finisce ‘sta storia». Chi invece non vuole attendere è la Coldiretti che ha deciso di invitare Scaglia e la sua azienda a Villa d’Este di Cernobbio dove, oggi e domani, si tiene il Forum internazionale dell’Agricoltura e dell’Alimentazione organizzato appunto da Coldiretti e con la collaborazione dello Studio Ambrosetti.

Una vetrina internazionale per l’hamburger rivolese doc che farà andare su tutte le furie McDonald’s e, in qualche modo, concretizzando la sofisticata strategia che l’avvocato Massimo Sterpi, dello studio Jacobacci leader italiano nella tutela dei marchi con sedi a Torino, Milano, Roma e Parigi, ha immaginato venuto a conoscenza del match legale fra «Mac Bün» e «McDonald’s». «L’azienda statunitense attua una aggressiva, ma comprensibile, strategia di tutela del proprio marchio - spiega Sterpi -. L’azienda torinese, però, potrebbe essere altrettanto aggressiva e contestare lei agli americani, con una causa in prevenzione, il diritto di impedire l’uso del nome “Mac Bün”. Con quali risultati? Quantomeno di far parlare di sè, pubblicità, insomma. Gratuita».

Oscar Farinetti, il guru di Eataly, è invece «disgustato» dalla battaglia scatenata da McDonald’s: «In tutto il mondo ci saranno 8-9 Eataly che copiano il nostro marchio, non abbiamo mai fatto una causa. Come può un somaro mettersi un cartello “cavallo” e convincere le puledre a seguirlo? La differenza la fa la qualità che proponi». Anche uno chef stellato come Alfredo Russo del «Dolce Stil Novo» da un anno ospitato alla Reggia di Venaria guarda con simpatia ai rivolesi e soprattutto al marchio contestato: «Decisamente simpatico - dice -. Non entro nella vicenda legale, dico solo che l’utilizzo di carne da vitelli allevati nell’azienda di famiglia realizza quel legame con il territorio che ormai tanti chef come me perseguono nella loro cucina».

Novità del 23 novembre: ho scoperto oggi su facebook il link di un gruppo che vuole sostenere la causa del «Mac Bün», coloro i quali sono interessati lo possono trovare qua.

Posted in , | 3 Comments

I video di Annozzero 15/10







Anche oggi vi proponiamo i migliori video della scorsa puntata di Annozero, nel caso ve la siate persa o vogliate rivedere i momenti salienti.
Buona visione.
Nurisso

Posted in , , , | Leave a comment

Corteo studentesco domani a Torino

Posted in | Leave a comment

Il papello fra Stato e Cosa Nostra


Ecco le immagini del papello che costituiscono un documento che proverebbe la trattativa che stava impegnando lo Stato e la mafia.

Posted in , , | Leave a comment

Berlusconi beato?? Una bufala


Berlusconi proposto come Nobel per la Pace?? Tutto vero, c'è un comitato che raccoglie fondi e sostiene la causa. Ma le sorprese non finiscono qui: esiste anche un sito che vorrebbe Berlusconi Beato: http://www.berlusconibeato.com/. Per fortuna si tratta o meglio si è trattato di un esperimento per vedere le reazioni che avrebbe suscitato questa stramba proposta.
Il sito ora, dopo aver ricevuto più di 170.000 visite in pochi giorni, ha oggi cambiato homepage: adesso potete vedere le ragioni e le impressioni del creatore della "burla".


Il sito non presenta banner e gli indirizzi per le donazioni erano falsi, perciò non si tratta di una truffa, messa in atto per guadagnare, bensì di un arguto e ben riuscito esempio di sito virale, cioè che viene rapidamente condiviso fra gli internauti.
Per completezza cito una breve frase dell'homepage originale, che dimostra il tono ironico della pagina:
Prodi che insieme a Bin Laden ed ai pedofili vuole instaurare il comunismo con l’aborto obbligatorio in Italia
Nurisso

Posted in , , , | Leave a comment

Le navi dei veleni


Dopo qualche giorno di cronaca non si sente più parlare delle navi dei veleni. Poco più di un mese fa è stato ritrovato uno dei mercantili misteriosamente scomparsi nelle acque italiane negli ultimi 20 anni. Non si tratta di normali incidenti navali. Tali navi erano (e sono) cariche di rifiuti tossici, anche radioattivi. Quelli che costa tanto caro smaltire. E per risparmiare tali materiali venivano (vengono?) caricati su navi ormai giunte a fine carriera, e affondate fingendo un qualche incidente. Il risultato è che oggi giacciono a pochi metri dalla costa calabrese decine (forse 30 ma forse addirittura 70) di navi cariche di non si sa quali veleni. Questi rifiuti derivano sicuramente dal nord Italia ma anche dal nord Europa. Solo un'organizzazione internazionale di alto livello, che vedesse la collaborazione di molti Stati poteva mettere in atto un tale sistema. La 'ndrangheta è stata solo la responsabile ultima dell'occultamento dei veleni.
La questione delle "navi dei veleni" è stata sollevata molti anni fa da Legambiente ma solo molto di recente sono venute alla luce del sole delle prove schiaccianti su questo argomento, prima fra tutte il ritrovamento avvenuto il 12 settembre 2009. A dar man forte si è il messo collaboratore di giustizia ex-boss della 'ndrangheta Francesco Fonti che fornendo dettagli incontestabili ha confermato il quadro. Fonti ha inoltre chiaramente parlato di legami diretti con il Sismi (servizi segreti italiani) e con importanti esponenti della Democrazia Cristiana.
Questa amara vicenda si apre anche sul fronte della Somalia. La scelta di occultare i rifiuti in Calabria è stata una scelta secondaria rispetto a quella di sotterrarli in Somalia. Quando la situazione politica somala è precipitata nella guerra senza fine che ancora oggi distrugge il paese, non è più stato possibile occultare in Somalia i veleni del nord del mondo. Di fronte a tale emergenza la 'ndrangheta avrebbe deciso di utilizzare la strategia delle "navi dei veleni". La questione somala inoltre quasi certamente si collega ad un'altra brutta storia italiana, l'uccisione della giornalista Ilaria Alpi e del suo cameraman, uccisi in Somalia mentre indagavano proprio su queste vicende.
Venerdì scorso questo argomento è stato presentato da Lucarelli nella puntata "Navi a perdere", che se possibile vi suggerisco di vedere.

Alessio Meyer

Posted in , | Leave a comment

Pensieri in musica volume 2



Seconda puntata della rubrica che spero interessi e faccia riflettere chiunque visiti il nostro blog.
La canzone di oggi è una canzone dei Negrita, gruppo in attività dal 1991 ed è tratta dal loro ultimo album in studio "Helldorado".

Posted in , | Leave a comment

Bocciata la proposta di legge sull'omofobia


Alfredo Mantovano, Maurizio Lupi, Isabella Bertolini, Maurizio Bianconi, Barbara Saltamartini, Alessandro Pagano, Raffaello Vignali, Renato Farina sono gli otto parlamentari del Pdl che hanno detto che faranno ostruzione al Ddl sull'omofobia "dentro e fuori il Parlamento".
Non ce n'è più bisogno, oggi infatti la proposta di legge non ha superato l'ostacolo della pregiudiziale di costituzionalità. Diamo però un po' di dati e nomi su questa votazione.
Pdl, Lega e Udc si sono sostanzialmente schierate a favore della pregiudiziale, Pd e Idv contro, cioè a favore di un proseguimento dell'iter della legge.
Del Pd solamente Paola Binetti ha votato a favore, mentre nel Pdl si sono dichiarati contrari Italo Bocchino, Carmelo Briguglio, Giuseppe Calderisi, Benedetto Della Vedova, Chiara Moroni, Flavia Perina, Mario Pepe, Roberto Tortoli e Adolfo Urso, mentre tra gli astenuti ci sono Elio Vito, Gianfranco Rotondi e Giulia Bongiorno.
Franceschini dichiara tristemente:
È una vergogna perchè dopo che tanti esponenti della destra si erano detti disponibili a norme contro l'omofobia, che non dovrebbero avere colore politico, hanno votato compatti insieme all'Udc per bloccare la legge. La risposta che si dà agli omosessuali è che la legge non si fa, dovrebbero vergognarsi
 In effetti i numerosi attacchi a coppie di omosessuali e le dure e sacrosante critiche verso gli aggressori avevano fatto sperare in un accordo tra maggioranza e opposizione per arrivare ad una soluzione dopo le tante parole belle, ma dal nullo effetto pratico. L'opportunità di dare un segnale di cambiamento e di vicinanza alle minoranze è stata sprecata.
Chi ha votato a favore della pregiudiziale di costituzionalità dell'Udc e cioè Pdl e Lega e quindi ha affossato la proposta di legge contro l'omofobia, è contro i diritti. (Donatella Ferranti)
Nurisso

Posted in , , | 2 Comments

L'opposizione inesistente


Mentre il congresso del Pd continua (http://damilano.blogautore.espresso.repubblica.it/2009/10/11/cronache-dal-non-congresso/) i problemi dell'Italia continuano. Le numerose assenze per le votazioni della legge aborto chiamata scudo fiscale (http://paroladibonobo.blogspot.com/2009/10/assenteismo-per-lo-scudo-fiscale.html) hanno chiaramente dimostrato quanto il Partito Democratico sia in questo periodo troppo impegnato in questioni interne e troppo poco nell'opposizione, tanto assente quanto agognata da chi non si sente rappresentato dall'attuale premier.
I tre candidati (Bersani, Franceschini e Marino) parlano al congresso del Pd, affrontano temi sicuramente importanti, ma di fatto in questo momento non sono vicini al loro elettorato. C'é stata la possibilità di ridurre alla minoranza il Pdl sullo scudo fiscale e non si è sfruttata l'occassione. Il Lodo è stato giudicato incostituzionale e il Pd non ha praticamente commentato la notizia. C'é bisogno di un'opposizione che attacchi con la forza degli argomenti, sempre pronta a giuste critiche e a proporre nuove soluzioni. L'opposizione si deve rinnovare se no non avrà la minima possibilità di competere con questo governo alle prossime elezioni. Il Pd si deve rendere conto di tutto ciò, parlarne e discuterne nel suo congresso per uscirne rinnovata, pronta a essere veramente un'alternativa di Governo.

Nurisso

Posted in , , , , , | 4 Comments

Il lodo dei quadrumani



Buongiorno a tutti. Avete visto che pasticcio sta succedendo? Due giorni fa il giornale di casa Berlusconi pubblica una ricostruzione di come fu concepito, costruito, approvato e promulgato il cosiddetto Lodo Alfano e da chi. Devo dire -è una cosa che non farò mai più, credo, ma- che la ricostruzione di Feltri è abbastanza verosimile, secondo me molto vicina alla verità: del resto l’avevamo scritto nel libro “Bavaglio” l’anno scorso, come erano andate le cose e, chiunque abbia un po’ di memoria o abbia partecipato alla manifestazione di Piazza Navona dell’8 luglio dell’anno scorso, l’ha sentito ripetere da molti di noi.

Posted in , | Leave a comment

Fiaccolata No Tav il 31 ottobre


Il popolo No Tav scenderà in piazza il 31 ottobre per il ribadire il proprio No all'alta velocità con una fiaccolata da Condove a Sant'Antonino. La fiaccolata avrà come luogo di partenza e di arrivo questi due paesi poiché i sindaci di questi paesi della valle appoggiano ora l'idea del Come Tav, cioè di una discussione riguardo la Tav.
Il popolo No Tav della valle è però contrario a qualsiasi progetto di Tav per gli imponenti costi e per l'inutilità dell'opera e ha deciso manifestare ulteriormente il proprio pensiero con questa fiaccolata.
La manifestazione vuole cade esattamente 4 anni dopo la battaglia del Seghino, in cui la popolazione No Tav si oppose all'inizio dei sondaggi.
L'appuntamento è a Condove, dove la fiaccolata comincerà alle ore 20,30 dalla Piazza del Municipio e finirà a Sant'Antonino nella Piazza del Mercato. Sono invitati a partecipare No Tav, simpatizzanti e chiunque voglia conoscere meglio le ragioni del No Tav.

Nurisso

Posted in , , , , | Leave a comment

Obama Nobel per la pace


Obama è stato premiato con il Nobel per la Pace, un grande, forse esagerato riconoscimento per l'impegno del Governo Americano.
L'assegnazione del premio ha destato reazioni divergenti: secondo alcuni si tratta di un riconoscimento della politica del Governo Obama, non tanto per ciò che ha fatto, ma per ciò che sta facendo e che farà.
Secondo altri invece si tratta di un premio "anti-Bush", assegnato ad Obama per segnare una forte diversità rispetto al precedente Governo.
Il Governo e lo stesso Obama hanno reagito con prudenza di fronte all'assegnazione del premio, che di sicuro rappresenta un forte riconoscimento ed incoraggiamento dell'operato di Obama.
In Italia la notizia del Nobel sembra essere stata accolta bene, già in campagna elettorale americana i media Italiani avevano esaltato la figura di Obama, rendendolo fin da subito simpatico agli Italiani. Unico scontento sembra essere il premier: per la sua candidatura a premio Nobel era stato addirittura creato un sito web (http://silvioperilnobel.sitonline.it/). I creatori del sito hanno sportivamente applaudito il nuovo Nobel per la pace e hanno annunciato che tenteranno la candidatura di Berlusconi come Nobel 2010.

Posted in , , , | Leave a comment

Tony Troja - Han bocciato il lodo Alfano



Edizione speciale di "Parole in musica"!
Il Lodo Alfano è stato bocciato (notizia qui) e per i difensori della Costituzione è stata subito una vera e propria festa. Ognuno a festeggiato a modo suo; Tony Troja si è distinto, sul suo profilo youtube ha pubblicato la canzone che vi propongo in questo video.
Buon ascolto!

Posted in | Leave a comment

Le vignette di Vauro dell'8 ottobre

Posted in , , | Leave a comment

Ferrentino "le 10 domande 10"


Articolo tratto da "La Terra Comune" di Agnese Gazzera

Abbiamo rivolto le "10 domande 10" sulla Tav, cui nel numero 2 ha risposto l'assessore regionale Daniele Borioli, ad Antonio Ferrentino, Commissario della Comunità montana Bassa Val di Susa.
Qual è il costo previsto per il tratto piemontese di Tav/Tac Torino-Lione?
Da Torino alla fine del tunnel, il dato ufficiale è di 13 miliardi di euro. Ma i costi crescono.
Quali sono i costi sostenuti sino ad oggi e da chi?
Da una ricerca fatta da me insieme con La Stampa, 300 milioni di euro dal '91 al 2007, quando il progetto attuale è stato accantonato.
Come sono stati e come saranno suddivisi i costi?
Oggi ci sono due finanziamenti dall'Unione Europea, stanziati per le Ten (Trans European Networks). Il primo è di 671,6 milioni, per due terzi assegnati al Governo italiano e per un terzo al Governo francese, diluiti in 10 annualità durante i lavori. Il secondo è arrivato 3 mesi fa: 50 milioni in una sola tranche per studiare la tratta urbana di Torino, di cui l'Ue ha riconosciuto la complessità.
Esiste un nuovo progetto Tav dopo la bocciatura del primo?
Dopo il primo progetto, Comunità montane ed enti hanno chiesto ed ottenuto che la Torino-Lione fosse stralciata dalla Legge Obiettivo e regolata da una procedura ordinaria. Il governo Prodi ha detto sì e l'attuale Governo ha mantenuto la decisione. Ciò perché la Legge Obiettivo impedisce agli enti locali di opporsi alle decisioni. Il 28 maggio, dopo una gara, la tratta internazionale è stata affidata ad un'assiociazione temporanea di imprese, quella nazionale della Torino - Lione a Italfer, che sta lavorando al progetto preliminare.

Posted in , | Leave a comment

Sanità USA: il caso Dawn Smith


Il tema della sanità pubblica e privata è raramente alla ribalta delle cronache italiane, nonostante sia ormai una realtà anche nel nostro paese. La situazione è ben diversa negli USA dove Obama sta facendo una battaglia quasi da solo per garantire l’assistenza sanitaria a tutti i cittadini ed il dibattito politico sull’argomento è infuocato. Obama sottolinea come non sia ammissibile che il paese più ricco del mondo non garantisca l’assistenza sanitaria a più di 50 milioni di persone. Negli USA, così come in tanti altri posti, non esiste un sistema sanitario come quello italiano, che garantisce cure (in tempi lunghi, e gli ospedali sono pieni, e i medici sono così così.. ma garantisce cure) a tutti i cittadini gratuitamente. Oggi come oggi il cittadino americano paga in proporzione meno tasse ma deve accollarsi la spesa per un’assicurazione privata. E se non lo fa rischia di doversi accollare le spese mediche che posso costare migliaia di dollari. Una larga fetta della popolazione non ha questi migliaia di dollari e non ha neanche i soldi per pagare l’assicurazione. Tenete conte che gli assicuratori si fanno i conti: gli anziani, coloro che fanno un lavoro che mette a rischio la salute, la situazione sanitaria dei familiari equivalgono a maggiori rischi per la salute, quindi bisogna pagare di più per assicurarsi. Più sei a rischio più paghi, come per qualsiasi altra assicurazione. Ma c’è di peggio: se anche sei assicurato, devi lottare per fare in modo che l’assicurazione paghi effettivamente per le cure necessarie. A tal proposito voglio parlarvi di Dawn Smith.

Posted in , , , , | Leave a comment

Bocciato il Lodo Alfano, Berlusconi attacca i "comunisti".

Costituzione Italiana - Art. 3


La Corte Costituzionale, organo dello stato apolitico, quindi non attribuibile a nessun partito o fazione politica, ieri ha deciso che il Lodo Alfano è incostituzionale, poiché viola il principio dell'uguaglianza dei cittadini. Nelle ore prima gli avvocati di Berlusconi (Ghedini primo fra tutti), avevano tentato disperatamente di difendere il Lodo davanti alla Corte. Un grande lavoro di intimidazione era stato fatto nei giorni precedenti da tutta la maggioranza, primo fra tutti Bossi che con queste parole aveva commentato una possibile incostituzionalità del Lodo: "Se arrivasse una bocciatura del lodo Alfano da parte della Corte costituzionale entreremo in funzione trascinando il popolo"

Posted in , , , , | Leave a comment

E Furon DoLo(do)ri...

Da: Il Secolo XIX

Corte Costituzionale, capo dello Stato, magistrati, stampa e Rai. Nel giorno della bocciatura del lodo Alfano, Silvio Berlusconi non risparmia nessuno, bollando tutti come di «sinistra», ma assicurando al contempo i suoi elettori che lui non ha nessuna intenzione di mollare ed anzi andrà avanti come prima.

Il presidente del Consiglio rompe gli argini, abbandona il bon ton istituzionale e attacca a testa bassa quanti, a suo giudizio, lo hanno tradito. Senza lasciare fuori nemmeno il presidente della Repubblica che anzi, insieme alla Consulta, è fra i primi a finire nel mirino del Cavaliere. E, durante un collegamento telefonico a sorpresa con Porta a Porta, su Rai Uno, spiega il motivo delle sue critiche al Colle: «Il presidente della Repubblica aveva garantito con la sua firma che la legge sarebbe stata approvata dalla Consulta, posta la sua nota influenza sui giudici di sinistra della Corte».

L’affermazione ha provocato un’immediata reazione in studio da parte di Rosy Bindi, vicepresidente della Camera e deputata del Pd, che ha giudicato gravissima questa posizione: «Ravviso che lei è sempre più bella che intelligente - ha replicato secco Berlusconi - Non mi interessa nulla di quello che lei eccepisce». Reazione che ha visto la controreplica dell’esponente del Pd: «Capisco che lei sia irritato. ma qui c’è una donna che non è a sua disposizione».

Anche il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, ha giudicato «un’accusa inaccettabile» nei riguardi di Napolitano le parole del premier. «Non accuso il capo dello Stato - ha risposto Berlusconi - prendo atto di una situazione in cui c’erano certi suoi comportamenti e sappiamo tutti quali relazioni intercorrano tra i capi dello Stato e i membri della Consulta. Sono da anni in politica, so quali siano i rapporti che intercorrono».

Posted in , , , | Leave a comment

Pensieri in musica volume 1

Ed eccomi qua ad inaugurare un'altra rubrica per il nostro blog. Signori e signori, "cattocomunisti" e "papifans", qua invitiamo tutti a leggere ed ascoltare ed esprimere la propria opinione.
In questa rubrica "Pensieri in musica" vogliamo farvi riflettere, pensare, commuovere, insomma, un marasma di emozioni!
Canzoni politica, di protesta o semplicemente molto profonde, questo è quello che troverete in questa rubrica che vuole avere cadenza settimanale: tutti i mercoledì alle 15.00, solo su Parola di Bonobo.



Ci siamo, questa è la prima canzone che condivido: Genova Brucia. Si tratta di una canzone inedita, cantata da Cristicchi solamente dal vivo, perciò mai trasmessa in televisione né alle radio. Cristicchi parla della violenta repressione durante il G8 di Genova, che culminò con la morte di Carlo Giuliani e sulle cui cause e responsabilità ancora oggi si hanno dei dubbi.
Cristicchi decide in questa canzone di invertire i punti di vista: il narratore è un celerino che non si vergogna di essere fascista.

Posted in , | Leave a comment

Già in crisi gli impianti di Torino 2006


Nel 2006 l'Italia ha avuto l'onore e l'onere di ospitare la 20° edizione delle Olimpiadi Invernali, un evento unico e positivo per l'immagine dell'Italia. Milioni di euro sono stati stanziati e spesi per la realizzazione di nuovi impianti invernali: piste da bob, piste di sci, trampolini per i salti.
Come eredità le Valli Olimpiche hanno ricevuto in consegna questi impianti, impianti all'avanguardia, i migliori del mondo. Stava alle Valli, in cui peraltro io vivo, il compito di conservare e sfruttare questo patrimonio, dando il via magari ad un importante aumento del turismo.
Cosa si è fatto per valorizzare questo importante patrimonio sportivo? A quanto pare nulla.
10 nazionali di Bob avevano prenotato per questo periodo la pista di bob di Cesana, per potersi allenare in vista delle imminenti Olimpiadi a Vancouver (Canada). Wow, ma allora vuol dire che questi impianti attirano gente, nazioni da tutta l'Europa. Sì, è vero, ma il risultato non è quello sperato. Infatti, quando ormai alcune squadre erano già arrivate e la maggior parte già in viaggio è stato loro comunicata la immediata chiusura dell'impianto per motivi tecnici.
A solamente 3 anni dai giochi di Torino 2006 le strutture soffrono già di problemi tecnici, impedendo alle squadre, tra cui la nazionale italiana, di potersi allenare nelle migliore strutture esistenti.
La pista di Cesana non è l'unica ad avere problemi: anche a Pragelato il trampolino per il salto con gli sci resterà chiuso tutto l'inverno ed aprirà solo una settimana in estate, in occasione del Grand Prix.
Voglio augurarmi che questi impianti, preziosi per la valle, saranno in futuro trattati con le dovute misure, in quanto sono un'importante risorsa per il turismo ValSusino.

Nurisso

Posted in , , , , | Leave a comment

Slitta la decisione della Corte sul Lodo Alfano

La decisione per molti è scontata, a quanto pare non lo è: la Corte Costituzionale non si è ancora espressa riguardo il lodo Alfano ed ha rimandato a domani mattina la decisione finale sul lodo.
Sono molteplici le decisioni finali che la Corte può prendere, per maggiori informazioni rimando al sito dell'Ansa.
Oggi vi è stata davanti alla Corte l'arringa da parte degli avvocati di Berlusconi, primo fra tutti Ghedini di cui riportiamo una semplice ma al tempo stesso inquietante frase: "La legge è uguale per tutti, non necessariamente l'applicazione". Frase terribile che ammette il trattamento privilegiato di cui sarebbero oggetto le cinque maggiori cariche dello stato. L'unico a usufruire subito del lodo sarebbe però solamente Berlusconi, infatti Fini, unico insieme a Berlusconi ad avere problemi legali, ha dichiarato di rinunciare al lodo per farsi giudicare come un normale cittadino.
In caso di giudizio positivo della Corte nei riguardi del lodo, l'Idv ha già raccolto firme sufficienti per poter indire un referendum.

Riscriveremo domani per aggiornarti sulle ultime novità riguardo la imminente decisione.

Nurisso

Posted in , , , , , | Leave a comment

Segnalo un convegno: "Uniamo le Energie"


Dal 7 all’11 Ottobre a Torino, e precisamente a Torino Esposizioni, si terrà “Uniamo le Energie, Sosteniamo il futuro”. Si tratta di un congresso/workshop che comprende alcune tavole rotonde, seminari, forum ecc organizzato dalla Regione Piemonte. Il tema su cui verte l’iniziativa è il “20 20 20”, che significa -20% consumi di energia, +20% energia da fonti rinnovabili e -20% emissioni di gas serra. Si parlerà dei futuri assetti energetici, basati su accordi mondiali ed europei. Ampio spazio verrà dato alle (nuove) tecnologie finalizzate ed alla loro applicazione ed alla politica energetica del Piemonte. Oltre al già citato organizzatore principale, la Regione Piemonte, un contributo importante mi pare venga dal World Political Forum, presieduto da Michael Gorbachev. La partecipazione a tutti gli eventi è gratuita, fino ad esaurimento posti.
Desidero fare una considerazione: sicuramente questi eventi fungono da pubblicità per gli enti promotori e bisogna vedere quali interessi economici (quelli dei cittadini? Quelli di qualche azienda?) coordinano la discussione, quindi invito tutti gli eventuali partecipanti ad avere un buono spirito critico, come sempre. Detto questo, sicuramente verranno dette molte cose interessanti su uno dei settori, se non IL settore, su cui si giocherà la storia di questo secolo. Molte relazioni verranno da addetti ai lavori ed esperti del settore provenienti da diversi enti e realtà. Insomma, ve lo raccomando. Già il sito mi sembra molto bello: http://www.regione.piemonte.it/energia/
Alessio Meyer

Posted in , | Leave a comment

O lodo, o carcere



Marco Travaglio parla del lodo Alfano.
Buon ascolto!

Posted in , , | Leave a comment

Grandi parole volume 1

Voglio iniziare oggi una nuova rubrica del blog: i migliori interventi di uomini politici e non, i discorsi importanti per la storia e i discorsi sui temi attuali.
Inauguro la rubrica con un discorso molto recente: si tratta dell'intervento di Roberto Saviano, l'autore di Gomorra che ormai è costretto a vivere sotto scorta, durante la manifestazione di sabato 3 ottobre a Roma, proprio per la libertà di stampa. Spero che questa nuova rubrica possa interessare chiunque passi di qui e farlo riflettere un po'.

Posted in , , | Leave a comment

Napolitano firma lo scudo fiscale



Napolitano alla fine non ha ascoltato i numerosi appelli e proteste, prima fra tutte quella del Fatto Quotidiano.  La legge era passata grazie all'assenza di numerosi esponenti politici dell'opposizione, primi fra tutti quelli del Pd. Ieri Napolitano ha deciso di firmare una legge palesemente a favore dei criminali e dei mafiosi, un enorme condono. Aveva il potere di non firmare questa legge, uno dei pochi poteri concreti del Presidente della Repubblica, ma non l'ha fatto. Ciò lo rende responsabile di questa legge tanto quanto i suoi ideatori.
Di Pietro ha attaccato con parole dure Napolitano, l'ha accusato di viltà. Questo gesto è stato condannato da tutti, persino da Chiti (Pd) che al posto di esprimere il suo parere sulla legge ha suggerito al Pd di non allearsi più con l'Italia dei Valori.

Posted in , , , , | Leave a comment

Minzolini critica la manifestazione di sabato, il cdr si dissocia



Quello che potete vedere nel video che ho pubblicato è il servizio del Tg1 riguardo la manifestazione di sabato per la libertà di stampa. Minzolini sostiene che l'informazione "è diventata il teatro di uno scontro di potere". Vero, ultimamente si sono alzati i toni riguardo molti personaggi pubblici: Boffo, D'Alema, Fini, Berlusconi, cioè verso personaggi impegnato più o meno intensamente nella vita politica con posizioni molto diverse tra loro. Ma Minzolini sembra ricordare solo quelle che gli fanno più comodo: "sono finiti nel "tritacarne" dell'informazione Berlusconi, gli Agnelli, De Benedetti denunciare che la libertà di stampa è in pericolo è un assurdo".
Come colpo finale a questo già pesante esempio di servilismo mediatico Minzolini esprime il suo parere riguardo la manifestazione durante un editoriale, secondo il Direttore infatti questa è una "Manifestazione assurda" e la gente "manifesta contro un ipotetico regime politico, per insediare un inaccettabile regime mediatico"

Posted in , , , | Leave a comment

Iacona, da non perdere


Cari tutti,
un breve messaggio per segnalarvi e suggerirvi un po’ di buona televisione. Domenica 4 Ottobre alle ore 21.30 su Rai Tre va in onda “Presadiretta” di Riccardo Iacona, che è uno dei pochissimi che ancora fanno inchieste televisive, e tra l’altro di ottimo livello. "PresaDiretta" tratta di temi nazionali (un po’ alla Report potremmo dire) ed internazionali, come nel caso nella straordinaria inchiesta dell'anno scorso dedicata al Kosovo. Questa domenica si parla di Alta Velocità, il titolo della puntata è “La stangata”. Nello spot televisivo viene sottolineato come un progetto che si diceva sarebbe stato finanziato anche dai privati in realtà pesa solo sulle casse dello Stato. E poi, com'è possibile che dai 15 miliardi di euro preventivati si sia passati a 30? Questioni note a molti di noi, soprattutto ai Valsusini, ma che come ovviamente sono di interesse nazionale.
Alessio Meyer

Posted in , | Leave a comment

Carl Berstein ad Annozero

Posted in | 2 Comments

3000 visite, Grazie di tutto!

Eccoci qua ad un nuovo traguardo per il nostro blog: le 3000 visite.
Solamente poco tempo fa scrivevamo per festeggiare i nostri primi 250 visitatori.
Sono passati poco più di 2 mesi ed il nostro blog ha quadruplicato le visite: un importante risultato che da soddisfazione a noi, che passiamo parte del nostro tempo libero per aggiornare questo blog, per voi. Il fatto che il blog abbia creato e stia continuando a creare un suo personale pubblico ci fa un immenso piacere.

Il nostro prossimo obiettivo vuole proprio essere il consolidamento del nostro pubblico e creare una sorta di comunità; per questo vi chiediamo di commentare i nostri articoli, dirci la vostra, criticarci, per migliorare i nostri articoli e discutere di ciò che sta a cuore a tutti.
Proprio per contribuire a questo spirito di comunità voglio fare un augurio anche al blog di Mr. E, nato più io meno contemporaneamente al nostro, ma alquanto promettente.

Ricordo per chi fosse interessato a seguire con più attenzione il nostro blog che è possibile seguirci tramite l'abbonamento ai feed di FeedBurner, con l'invio di e-mail o con Google Friend Connect.
Inoltre continuiamo a essere alla ricerca di collaboratori che con un po' di buona volontà vogliano prendersi l'impegno di scrivere un articolo ogni tanto.

Ringraziamo ancora una volta tutti coloro che ci seguono, magari senza osare intervenire, uscite allo scoperto, vi aspettiamo!

Posted in , | 3 Comments

Assenteismo per lo scudo fiscale


Ieri alla Camera dei Deputati si è votato riguardo la richiesta dell'Italia dei Valori di controllare la costituzionalità dello scudo fiscale (per maggiori info guardare qua).
Numerosi gli assenti, che riportiamo qua, in ordine alfabetico.







Posted in , , , | Leave a comment

Disclaimer

Questo blog non rappresenta in nessun modo una testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato a intervalli regolari e non ha scadenze periodiche.
Di conseguenza non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 07.03.2001. Parte delle immagini, contributi audio o video e testi usati in questo blog provengono dalla Rete e i diritti d'autore appartengono ai rispettivi proprietari. Qualora l'uso di testi e/o immagini violasse i diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà immediatamente alla loro rimozione.

Parola di Bonobo applica l'art.21 della Costituzione Italiana.

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

Search

Swedish Greys - a WordPress theme from Nordic Themepark. Converted by LiteThemes.com.